Dietro le quinte di Atelier10 - Francesca Rizzato di La Volpe Cimina

ottobre 12, 2017 Atelier10 2 Comments

C'era una volta l'autunno con i suoi colori ed i suoi profumi. C'era una volta un bosco popolato da piccole e magiche creature. Oggi vogliamo accompagnarvi così nel viaggio alla scoperta di Francesca e del suo magico mondo.

Chi sei, cosa fai e dove vivi?
Mi chiamo Francesca, ho 25 anni e sono nata a Livorno, ma da poco più di un anno mi sono trasferita in provincia di Viterbo, a Soriano nel Cimino: un grazioso paese collocato tra i monti. Ho fatto questa scelta, di cui sono tutt'oggi ancora entusiasta, per amore della natura. La mia casa si trova ai piedi del bosco e si affaccia suggestivamente sulla valle. Per me è molto importante essere sempre a contatto con la natura, quindi qui ho trovato il mio habitat ideale, dove trovo ogni giorno ispirazione per il mio lavoro. Da circa due anni sono riuscita a realizzare il sogno di trasformare la mia passione nel mio mestiere, diventando così un'artista a tempo pieno.

Quando, come e perchè hai iniziato? Raccontaci la tua storia.
Sono sempre stata affascinata dal mondo del needle felting ma non sapevo cosa fosse, finché un giorno, navigando nei meandri del web, sono rimasta stupita di fronte alla bellezza di alcune sculture di animali realizzati con tale tecnica. Dopo averle viste ne sono rimasta rapita ed incantata, così tanto da convincermi di dover a tutti i costi imparare a realizzarle io stessa. Così ho iniziato a guardare video tutorial online, acquistato tutto il materiale necessario per iniziare, e via! Beh, onestamente, il primo esperimento riuscito fu uno strano topo deforme. Ma ero talmente innamorata della tecnica che ho continuato a provare ed esercitarmi quasi ogni giorno, per ottenere risultati sempre migliori. E' servito un po' di tempo per creare finalmente ciò che avevo in mente, ispirato ai miei artisti preferiti. Dopo aver raffinato la mia tecnica, ho lavorato per sviluppare il mio stile, totalmente ispirato agli animali e al mondo naturale, con un pizzico di magia. Essendo un artista autodidatta, non ho mai smesso di imparare qualcosa di nuovo ogni giorno. Quando ho iniziato non sapevo assolutamente niente del needle felting, ma sul web ci sono risorse sufficienti per essere in grado di essere coinvolti in maniera autonoma in questo speciale mestiere. Quello che serve è molta pazienza, e, naturalmente, devi continuare a provare finché non capisci come avviene la magia del feltro! Con lana hai possibilità infinite... Puoi dare forma alla tua fantasia.

Da dove trai ispirazione e come nascono le tue creazioni?
Sono ispirata dal mondo che mi circonda, dai suoi colori, dalle piccole e semplici cose che la natura ha da offrire, che amo catturare... Una foglia caduta, un volo di farfalla, il fruscio del vento, i sussurri della foresta. La purezza della natura. Tutto questo con un pizzico di magia, incanto e fantasia. Il bosco è la mia fonte di ispirazione per eccellenza! La natura selvaggia al suo massimo splendore mi affascina ed intriga completamente, senza mai stancarmi.

Che tecniche utilizzi e quali materie prime impieghi per realizzare le tue creazioni?
Lavoro principalmente con lana cardata, utilizzando soprattutto la tecnica del needle felting (infeltrimento ad ago), e realizzo sculture di piccole e medie dimensioni. Occasionalmente mi avvalgo anche un'altra tecnica di lavorazione che prevede l'utilizzo di acqua e sapone (wet felting), per realizzare la base dei miei dipinti di lana. Mi piace tuttavia variare e sperimentare nuove tecniche e materiali, combinando tra loro diversi elementi a seconda del risultato che voglio ottenere. Oltre che con la lana, adoro lavorare con matite e pennelli, infatti ho anche un secondo shop esclusivamente dedicato alle mie illustrazioni (Francesca Rizzato Art), ed un terzo shop dove vendo stampe di acquerelli (Miao Miao Design).


Dacci una piccola dritta tecnica o un trucchetto del mestiere da condividere con chi ci legge e si cimenta con la tua stessa tecnica creativa.
Lavorare con la lana richiede molta pazienza, specialmente se alle prime armi... Per accelerare i tempi di realizzazione dei vostri progetti, ricordatevi che ogni tipo di lavorazione, a seconda di quello che dovete creare, necessita uno specifico tipo di ago. Gli aghi per infeltrimento infatti esistono di varie misure, perciò prima di cominciare un nuovo progetto assicuratevi sempre di avere a disposizione quelli più adatti per voi! Solitamente si utilizza un ago 40 triangolare per realizzare la forma di base, il 38 a stella per le rifiniture, ed il 36 triangolare per unire parti diverse. Mi raccomando, non esercitate troppa pressione: ho imparato a mie spese che non serve a niente se non a rompere l'ago o addirittura bucarsi le dita! ;) (gli aghi sono molto appuntiti e delicati).

Come e dove promuovi od esponi le tue creazioni?
Esclusivamente online, avvalendomi di svariate piattaforme di vendita, ma soprattutto su Etsy. Occasionalmente può capitare che mi venga commissionato un lavoro per mostre ed esibizioni internazionali. Lavoro inoltre con alcune agenzie per artisti a livello internazionale.


Il contesto in cui vivi ha in qualche modo favorito o influenzato il tuo lavoro?
Sicuramente, ed ora che vivo ai piedi del bosco, più che mai! Una delle cose che più mi piace è anche il fatto di poter lavorare da casa, seguendo i miei ritmi, senza alcun obbligo o restrizione... E con il prezioso incoraggiamento ed aiuto dei miei cari, oltre che dei miei animali domestici - e non (basta affacciarsi alla finestra dello studio e osservare silenziosamente per scovare qualche animale selvatico in giro!).

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?
Un obiettivo che ho quasi raggiunto, è quello di sistemare al meglio il mio studio, infatti ho recentemente acquistato una scrivania che ho fatto realizzare su misura dal mio falegname di fiducia. Si tratta di una scrivania molto ampia, e con molti cassetti, dove ho potuto sistemare accuratamente tutto il mio materiale creativo e relativi attrezzi, oltre che la postazione di lavoro del pc. Ho detto QUASI raggiunto perchè a breve finalmente coronerò uno dei miei più grandi desideri, cioè quello di acquistare un Apple iMac 27" Retina 5K, ed una tavoletta grafica professionale. 
 
Prova spiegare cosa vuol dire per te la realtà dell'artigianato e dell'handmade, come se parlassi a qualcuno che non si è mai avvicinato a questa realtà.
Per me l'artigianato e l'handmade sono qualcosa di cui non posso fare a meno, una realtà purtroppo ancora poco conosciuta in Italia, a mio avviso (infatti il 90% dei miei clienti vivono negli US). Il modo in cui gli artisti ed artigiani realizzano le loro opere, la cura e la passione che imprimono nei loro oggetti, è ciò che più mi piace valorizzare, descrivendo questo variopinto mondo a chi poco lo conosce. Si tratta di un mondo di colori, forme e sogni che prendono vita attraverso pezzi di carta, legno, lana, stoffa, o qualsiasi altro materiale. Nel realizzare qualcosa con le proprie mani, si crea un oggetto unico, che non si può ripetere.

Cosa significa per te vendere ed acquistare handmade al giorno d'oggi?
Vendere ed acquistare handmade al giorno d'oggi può fare la differenza. Scegliere di rinunciare al semplice prodotto industriale, senza "anima", è un passo importante da cui tutti possono trarre beneficio: da chi lo realizza, a chi lo acquista. Personalmente se devo fare un acquisto cerco sempre un qualcosa di unico e speciale, specialmente se si tratta di un regalo. Infatti con il mio compagno ho una collezione di animali di ogni tipo sottoforma di sculture, statuine, dipinti, etc... rigorosamente handmade, provenienti da ogni parte del mondo.

Per le interviste di Atelier 10, alla scoperta di bravissimi artigiani, vi aspettiamo il prossimo mese ma attenzione, ottobre è solo all'inizio!

2 commenti:

  1. Brava Francesca! Giovane quanto brava e talentuosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, Claudia! ^_^ <3

      Elimina